13 Maggio 2012

Co
me di consueto, anche quest’anno abbiamo solennizzato l’apparizione a Fatima del 13 Maggio, anticipandolo al sabato 12 per avere con più facilità i sacerdoti per la celebrazione Eucaristica. Ci siamo ritrovati numerosi davanti alla Grotta che per l’occasione ospitava la statua della Madonna di Fatima ben adorna da una ghirlanda di fiori bianchi.
 Dopo i convenevoli saluti agli intervenuti si è dato inizio al S. Rosario meditato con i pensieri di Mons. Novarese, ha quindi fatto seguito la
concelebrazione Eucaristica presieduta dal vicario generale Mons. Dino Zattini, assieme ai sacerdoti anziani ospiti del seminario di Forlì, ed è facile notare la dolcezza e tenerezza con cui a loro si rivolge anche nella celebrazione Eucaristica. Durante l’omelia, Mons. Zattini ci ha richiamati ad essere semplici e umili come lo furono i pastorelli di Fatima, e a essere sempre disponibili a porci al servizi
o dei più deboli. Ha anche ringraziato dell’invito ad essere presente, perché dice che torna sempre volentieri a celebrare in un così bello e accogliente luogo che è la Casa di
Meldola, così in alto che fa pensare al Tabor, un invito ancora, a “trasfigurarci” come successe a Gesù davanti ai suoi discepoli.
 Facciamo veramente tesoro di questi inviti che Monsignor Zattini ci ha indicato. Terminata la S. Messa si è svolta una piccola processione attorno alla Casa mentre veniva eseguito l’Inno di Fatima, m
omento veramente emozionante in particolare per coloro che sono stati a Fatima e che hanno v
issuto in quella grande spianata tanta emozione, il passaggio
di Maria adorna di fiori mentre si
canta a lei
veramente con il cuore. Al termine un momento di convivialità fraterna e i saluti con l’appuntamento al prossimo anno.

Mirka